L’ALTOPIANO DI STRONGOLI

Gli affascinanti borghi della Calabria

Strongoli è un centro in provincia di Crotone. Sorge su di un colle a pochi chilometri dal Mar Ionio a circa 350 m di altitudine e lungo la sua costa si sviluppa, per circa 7 km.
A sud, il Neto, separa il suo territorio da quello di Crotone: la foce di questo fiume è stata dichiarata Parco Regionale come oasi di protezione di fauna e selvaggina.
Il suo territorio è abbastanza fertile e produttivo e l’agricoltura costituisce la base della sua economia.

Sia il centro abitato che la campagna sono ricchi di resti archeologici e documentano i contatti con la Grecia e con i Romani.
Secondo la tradizione letteraria mitologica, la fondazione dell’attuale territorio di Strongoli si deve a Filottete che, cacciato dalla sua patria, fuggì in Italia e fondò Petelia nel II millennio a.C.

Dal punto di vista archeologico, è possibile documentare la vita nel territorio di Petelia anche in epoca più antica.
Per quanto concerne l’età preistorica, sono rare le testimonianze rinvenute, come ad esempio alcune schegge di ossidiana ed una punta di freccia di selce attribuibili al Neolitico Medio e frammenti di ceramica d’impasto della media età del Bronzo. Maggiori sono i rinvenimenti inquadrabili nell’età del Ferro che fanno ipotizzare la presenza di comunità protourbane.